Il Progetto

Ciò che rende unico, interessante e innovativo il Giardino sono i fruitori stessi dello spazio, senza i quali non potremmo nemmeno parlare del progetto stesso. È solo con la loro presenza che il Giardino acquisisce una vita propria e un senso. 

Questo luogo sensoriale non è dedicato solo agli anziani accolti presso il Centro Diurno e negli Appartamenti di Corte Busca, ma viene messo a disposizione anche ai bambini della scuola ed alla cittadinanza di tutta Lomagna. Infatti, come già sottolineato, in questo luogo speciale avviene un incontro altrettanto speciale tra le diverse generazioni ed è proprio dall’interazione di tutti questi soggetti che il Giardino prende forma.

007_giardinoSensoriale.jpg

Le due anime del Giardino

Intergenerazionale

il giardino si basa sull’approccio della pedagogia intergenerazionale che vede bambini e anziani protagonisti di un contesto a loro dedicato e permette una positiva interazione tra le generazioni. Assistiamo ad un processo di insegnamento a due vie: i bambini/giovani, sanno fare cose nuove che gli anziani non hanno mai provato prima, mentre gli anziani sono portatori di un importantissimo bagaglio di esperienze che i più piccoli non hanno ancora avuto modo di acquisire e sperimentare. Dunque, è attraverso la relazione che bambini ed anziani possono scambiarsi e condividere conoscenze diminuendo le distanze e differenze generazionali.

011_giardinoSensoriale.jpg

Sensoriale

il giardino è stato pensato e progettato come un luogo ricreativo e terapeutico che stimola a livello cognitivo e multisensoriale, attraverso la luce naturale, i colori, i profumi, i suoni, il ritmo, le esperienze tattili e motorie. Oltre che essere un luogo di benessere in cui rilassarsi offre l’opportunità di imparare sempre qualcosa di nuovo. 

sfondo soffione.jpg

Le tre aree del Giardino

abbraccio.tif

L’AGORÀ:
UN LUOGO DI INCONTRI

Uno spazio appositamente creato per stare insieme, dove rilassarsi, conversare, giocare e fare attività didattiche e ricreative. E mentre si passa del tempo insieme ci si può anche scambiare saperi, affetti ed esperienze di vita. Perché ognuno ha qualcosa da raccontare e da donare, senza distinzione di età, genere o provenienza. 

L’Agorà è il luogo in cui riscoprire la bellezza di fare le cose in gruppo, come un famoso proverbio di Burkina Faso: “Se le formiche si mettono d’accordo, possono spostare un elefante”.

Al centro di questa zona è stato inserito un Melograno, come un amico che accoglie all’ingresso del giardino. Si tratta di una pianta originaria dell’Asia, che viene coltivata da molti millenni: nelle antiche tradizione ebraiche e coraniche si diceva crescesse già nel giardino del paradiso e fosse amata dagli dei. Ricca di semi succosi e vitali, è simbolo di abbondanza, fertilità e buona fortuna. Oggi sappiamo anche che il suo succo ha grandi proprietà nutritive che sono fondamentali per la nostra salute e che addirittura favoriscono il rallentamento dell’invecchiamento cellulare. Sembra che la melagrana possegga il segreto dell’elisir di lunga vita, la stessa che si auspica abbia il giardino e chi lo attraversa. 

009_giardinoSensoriale.jpg
 
006_giardinoSensoriale.jpg
seme.tif

I COLORI E I PROFUMI
DELL'ORTO

Un luogo popolato da piante aromatiche ed ornamentali. Alcune vengono da luoghi molto lontani, altre invece crescono spontaneamente nei prati e nei boschi. Si può assaporare il profumo del Rosmarino, dell’Origano e del Timo, toccare le foglie carnose della Salvia, annusare il profumo fresco e intenso della Menta, e quello rilassante della Lavanda. Le piante nel loro insieme, sono capaci di rallegrare con i loro vivaci colori e donare dei suoni rilassanti grazie al vento che le muove e alla pioggia che batte sulle foglie. 

Ma non finisce qua, perché le erbe aromatiche e i fiori sono davvero speciali! Non solo vengono utilizzate in cucina per insaporire i cibi e in fitoterapia per curare le persone, ma grazie alle infinite proprietà esercitano molti benefici anche per l’ambiente e per le piante che crescono vicine: ad esempio la Menta protegge dalle pulci di terra, la Lavanda tiene lontane le formiche e il Tagete protegge le radici di tutte le piante dal terribile parassita Namatoda. Per questo motivo si è voluto creato uno spazio così ricco, in cui sono state inserite varie tipologie di piante, fiori ed erbe, affinché ciascuna ne potenzi i suoi benefici, esprimendo molto bene il concetto che “l’unione fa la forza”. 

Infine, visto l’efficace linguaggio dei fiori nell’esprimere i sentimenti, non bisogna dimenticarsi che questo luogo rappresenta uno spazio efficace per dare libero sfogo alle emozioni e per stimolare i pensieri più reconditi.

nota.tif

I GIOCHI E I SUONI
DELL'ANGOLO 
MUSICALE

Un luogo in cui si può sperimentare e giocare con alcuni strumenti musicali. Chiunque vi può accedere, non importa se non si ha mai suonato uno strumento, l’unica regola è quella di sentirsi liberi di sperimentare e divertirsi: è infatti provato che la musica ci invita a giocare. Non a caso molte lingue utilizzano lo stesso termine per indicare l’atto del suonare e del giocare (to play in inglese, jouer in francese). 

La musica serve anche per far stare insieme e in allegria le persone perché è come il gioco: si può fare da soli ma è meglio in compagnia. In questo spazio, infatti, stando insieme si potranno creare dei suoni che avranno il potere di aprire ricordi, pensieri e sensazioni. Ciò è possibile perché, così come le piante e i fiori, anche la musica ha un linguaggio nascosto, che non è fatto solo di note ma anche di emozioni. 

Ci sono studi che attestano come la musica sia una fonte di benessere capace di sollevare gli animi: per esempio la zoomusocologia insegna che alcuni animali apprezzano la musica e se l’ascoltano rendono di più, o anche le piante con la musica classica crescono fiori e frutti più rigogliosi. Lo stesso vale anche per l’uomo perché la musica e i suoni possono stimolarlo sotto molti punti di vista, sia emotivi che pratici. 

005_giardinoSensoriale_edited.jpg